Azienda Agricola COLTIVIAMOCI

Tombelle di Vigonovo (VE)

30030, via Piovego 31

Telefono: 370 1306945

Mail: biofattoriacoltiviamoci@gmail.com

  • White Facebook Icon

© 2018 by Coltiviamoci. Proudly created with Wix.com

Il materiale reperito da internet e presente nel sito, è stato in buona fede ritenuto di pubblico dominio. Qualora la sua pubblicazione

violasse  eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione.
Il resto del materiale è di proprietà dell’autore

COS'E'UNA CSA?

MOLTO SPESSO CI VIENE DETTO CHE IL CIBO BIOLOGICO COSTA DAVVERO TROPPO...Ma qual è il costo del cibo agroindustriale dal punto di vista sociale e ambientale? Solo per citarne alcuni: acque inquinate, pesticidi nei cibi, farmaci e ormoni, sfruttamento animale, effetto serra, trasporti selvaggi da una parte all'altra del globo, cambio climatico, spreco alimentare denunciato anche dalla FAO ecc. Dal punti di vista sociale, lo sfruttamento in agricoltura aumenta esponenzialmente a causa di un sistema agroidustriale sempre più a "BASSO COSTO". 

Quando acquistiamo, dobbiamo sapere che dietro un basso costo, si nascondono condizioni lavorative non sicure per chi produce quello stesso cibo. Bisogna chiedersi a chi conviene mantenere questo cibo “apparentemente” a basso costo, che ha un doppio prezzo, quello che chi acquista paga subito e quello che tutta la comunità pagherà dopo.

Ci dovremmo chiedere: perché supportare questo “modo distruttivo” di produrre cibo, non sano per noi e neanche per l’ambiente, che viene inquinato gravemente, e cosa possiamo fare per interrompere questo assurdo modo di produrre, che ha degli effetti deleteri sulla salute del pianeta e dell’uomo?

In poche parole: un cibo che inquina e crea danni lungo tutto il percorso che va dalla terra ai nostri stomaci. 

Una possibile via di uscita è diventare co-produttori o, più semplicemente far parte di una Comunità di Supporto all’Agricoltura.

Una CSA (Comunità che supporta l’agricoltura) è un progetto che segue principi di autorganizzazione non gerarchica e di solidarietà, ed è finalizzato all’autoproduzione di cibo sano, locale e sostenibile. Ha un ruolo importante nel ridisegnare la FOOD- POLICY e la sovranità alimentare nel nostro territorio, nei nostri quartieri e contesti sociali.

Le Community-Supported Agriculture sono dei modelli diffusi ormai in tutto il mondo e sono nate negli anni ’70 in Giappone.

All’inizio di ogni anno agricolo viene discusso e approvato un piano di coltivazione durante una assemblea plenaria: ci si chiede la tipologia e quantità di ortaggi di cui la comunità ha bisogno. Individuato il costo totale per la produzione, la cifra viene divisa per il numero dei partecipanti. Da questo valore parte un’asta segreta in cui ognuno può offrire quanto può, finché la cifra prestabilita non viene coperta. I partecipanti potranno ritirare il cibo prodotto settimanalmente in punti di distribuzione.

Qui di seguito un elenco dei possibili benefici aderendo ad una CSA :

  • Il contadino non deve più coltivare senza una logica e poi sperare di vendere quello che produce.

  • Si riducono al minimo gli sprechi e i rischi di investimenti economici sbagliati.

  • Il consumatore diventa COPRODUTTORE, la filiera diventa cortissima, e il coproduttore può prendere parte alle decisioni sui piani colturali, venire in campo e partecipare attivamente alle decisioni sul cibo prodotto.

  • Si crea un rapporto di fiducia stretto e si ha settimanalmente cibo sano e fresco.

  • Si creano rapporti più stretti anche con gli altri fruitori della CSA: ci saranno momenti conviviali, sociali, culturali, organizzativi, formativi e molto altro!

  • Il meccanismo è solidale e può aiutare anche persone che non potrebbero permettersi di mangiare cibo biologico e di filiera corta.

Seguici su fb per rimanere aggiornato e se vuoi aderire contattaci!

FB: www.facebook.com/coltiviamoci

MAIL: biofattoriacoltiviamoci@gmail.com

CELL: 3409149681 - 3335740198

PER MAGGIORI INFO: www.arvaia.ithttps://csaveneto.wordpress.com/ (realta' simili alla nostra che hanno adottato il modello CSA)

ARTICOLO SU DI NOI NEWSLETTER ECOPOLIS LEGAMBIENTE: http://ecopolis.legambientepadova.it/?tag=csa-comunita-che-supporta-lagricoltura

ARTICOLI SUL COSTO DEL CIBO E SULLO SPRECOhttps://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/31/lallarme-di-coldiretti-tutti-rischi-del-cibo-low-cost/611957/

https://www.internazionale.it/reportage/stefano-liberti/2018/11/19/prezzo-occulto-cibo

https://www.federdistribuzione.it/iniziative/lotta-agli-sprechi-progetto-life/alcuni-numeri-importanti-in-materia-di-sprechi/

Facciamo parte del Distretto di Economia Solidale Oltreconfin e come rete ci supportiamo, scambiamo prodotti e conoscenze.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now